La Grande Bellezza

Basta con la violenza

Scritto da Federico Luchi. Postato in Home

Nell’ultimo periodo stiamo assistendo con frequenza allarmante a casi di violenza nelle sue più varie manifestazioni. Necessaria una riflessione per evitare una deriva ed il ripetersi di certi eventi. Interessante l’iniziativa lanciata dalla presidentessa Laura Boldrini e accolta da RTL102.5

 

Se oggi accendiamo la TV oppure la radio per ascoltare un notiziario, veniamo a conoscenza con una frequenza spaventosa di fatti di violenza raccapriccianti.

Il nostro paese è infatti stato ultimamente flagellato da barbari atti di femminicidio, compiuti da veri e propri animali privi di senno nei confronti di giovani ed innocenti ragazze in cerca di un futuro migliore lontano dai loro compagni. Interessante in merito a questa situazione è stato l’intervento di Laura Boldrini, presidente della Camera dei deputati, che ai microfoni di RTL102.5 ha sottolineato come il fenomeno debba essere arginato non solo attraverso le istituzioni ma anche per mezzo degli uomini indignati da certi episodi e che vogliono difendere il genere femminile da chi vede la donna come una proprietà.

La proposta concreta, accolta dall’emittente radiofonica, è stata quindi una raccolta di messaggi da parte di uomini,non solo donne, contro atti di femminicidio ed una futura manifestazione pubblica.

Altro episodio agghiacciante è invece avvenuto ad Orlando,Florida, dove un folle è entrato in un locale gay e ha iniziato a sparare all’impazzata causando 50 morti e 53 feriti.

Oltre ai vari hashtag di solidarietà che vengono lanciati sui social, credo che sia necessario partire dalla base comune di questi gesti brutali, cioè l’educazione civile. È evidente come chi è autore di certi crimini sia affetto da instabilità mentale silente e soprattutto mancato senso civile e soprattutto decadenza dei valori morali.

Indipendentemente dalla matrice terroristica o meno, dobbiamo mirare a sanare la società odierna partendo dalle scuole, educando maggiormente i bambini al rispetto del prossimo, in modo da arginare l’odio dilagante  verso chi è diverso (sia religiosamente che sessualmente).

Come affermava Nelson Mandela, “l’educazione è l’arma più potente che si possa usare per cambiare il mondo” perciò facciamo riscoprire i valori autentici di una società democratica e soprattutto libera.