Economia

Semplicemente un film

Scritto da Federico Luchi. Postato in Economia

"The StartUp", il film che racconta la storia di un giovane che all’apparenza sembra essere lo "Zuckerberg italiano" ma la realtà è diversa.

 

E’ recentemente uscito nelle sale il film che racconta la storia di un ragazzo che all’età di 25 anni crea Egomnia, ovvero un network dove è possibile registrarsi per poter cercare il lavoro più adatto grazie ad un algoritmo che assegna a ciascun utente un certo punteggio in base al proprio curriculum.

L’origine di questa storia mediatica ha inizio nel 2012 con la prima comparsa sui giornali, alimentata poi da vari quotidiani che hanno dedicato servizi fino ad arrivare al cinema. Si tratta semplicemente di una storia mediatica poiché alcuni esperti di digitale, incuriositi dalla questione hanno approfondito venendo a scoprire una realtà diversa da quella che è stata diffusa pubblicamente. L’azienda, stando a ricerche condotte da Il Sole 24 ore, presenta attualmente i seguenti numeri (http://www.econopoly.ilsole24ore.com/2017/04/04/per-fare-una-startup-devi-annullare-il-tuo-egomnia/): “Egomnia ha un capitale sociale di euro 10.000 interamente versato, con socio unico e amministratore unico. La società è stata costituita nel 2012. Il patrimonio netto al 31 dicembre 2015 è di circa 44 euro e al 31 dicembre 2014 non aveva dipendenti, mentre al 31 dicembre 2015 ha come costo per il personale dipendente (assunto) 11.543 euro. Ha ricavi per circa 314.000 euro con 266.000 euro di costi per servizi. I ricavi sono aumentati da 213.000 a 314.000 euro tra il 2014 e 2015. La società ha crediti verso clienti per 85.000 euro e debiti in aumento, verso fornitori per 67.000 euro, soci conto finanziamento per 13.000 euro e debiti tributari per 24.000 euro. Fino al 2015 la società è in sostanziale pareggio.” Insomma, non proprio quella milionaria prosperosità economica che potrebbe sembrare stando alle presentazioni.

La cosa che più fa indignare non è tanto il racconto della storia di un ragazzo che come tanti nel nostro paese cerca di darsi da fare ma con scarsi risultati, quanto il fatto che prima di riportare come vera la notizia attorno a tale storia non siano state effettuate verifiche attendibili in partenza, prima cioè di dare inizio ad una “bugia che ripetuta dieci, cento, mille volte è divenuta poi verità”.

Se quello che si cerca è motivare i giovani a tentare di dare forma concreta alle proprie idee, è opportuno riferirci ad esempi reali altrimenti anziché compiere un iniziale passo avanti si tornerà indietro di due posizioni.